Matilda, il robot “tata”

Casu non è sposato e vive in un piccolo appartamento all’interno di un condominio abitato da personaggi bizzarri quanto lui. Se l’ispettore Clouseau era aiutato nelle faccende di casa dal servo-assistente cinese Kato (poi Cato), a Casu pensa Matilda, un robot dalle sembianze femminili.

La donna delle pulizie. Tutte le mattine all’alba mi sveglia precisa come un robot, infatti, è un robot tutto fare ha le sembianze di un appendiabiti e grazie ai suoi bracci fa più cose contemporaneamente e mentre lavora parla e non smette mai di parlare neanche quando le tolgo la pila all’uranio impoverito. Impoverito da lei, infatti, due anni prima era arricchito e che avevo pagato un sacco di soldi. Così come i soldi che mi fa spendere lei quando si collega con le colleghe di altri mondi e con le quali rimane anche delle ore in una telefonata diventata intergalattica: neanche Star Trek saprebbe fare di meglio. Per fortuna non mangia: è a dieta!